Ingredienti per il Sapone


Panoramica degli ingredienti e attrezzatura necessaria per il sapone La ricetta base del sapone prevede in realtà pochissimi ingredienti, anzi sono solo 3:

Olio o grasso

Il sapone è prodotto come idrolisi di un grasso e a tal fine si possono usare sia grassi solidi che olî.

Non tutti sono però adatti per la saponificazione, in alcuni casi si ottengono saponi mollicci e che tendono ad irrancidire, al contrario dai grassi di origine animale si ottengono saponi spesso troppo duri.

Quasi sempre la soluzione migliore è utilizzare una mescola di differenti grassi. Unica eccezione, l'olio di oliva che si può utilizzare anche puro per la produzione di saponi. Qui nel seguito ne sono citati alcuni:

Olio d'oliva:

come detto sopra è l'unico olio che si può usare da solo per produrre un sapone. È quindi il grasso di base per eccellenza e ha anche il vantaggio di essere facilmente reperibile.

Sebbene per l'alimentazione sia preferibile l'olio extra-vergine di oliva nel caso della saponificazione è preferibile l'olio di oliva; infatti l'olio di oliva semplice è piú raffinato e contiene meno sostanze che ostacolano la saponificazione.

Olio di cocco o olio di palma

Molto utilizzati in miscele di olii per ottenere saponi che si mantengono maggiormente solidi una volta bagnati. Non hanno particolari proprietà e anzi l'olio di cocco è leggermente irritante e quindi è suggeribile mantenere basse percentuali (20/30%).

Strutto o grassi animali

Come i precedenti permettono di ottenere un sapone sodo ed è piú facile da reperire.

Cera d'api o paraffina

Ampiamente utilizzate in miscela con altri olii per migliorare la consistenza del sapone.

Burro, olii di semi vari, margarine o olii per frittura

Non sono adatti per la produzione di sapone in casa in quanto è difficile conoscere la loro esatta composizione oppure, come nel caso del burro, contengono quantità variabili d'acqua che non si riescono a stimare con precisione.

Soda Caustica

È la sostanza che permette la saponificazione ovvero la trasformazione dei grassi in sapone.

Piú correttamente idrato di sodio una base minerale forte, solida a temperatura ambiente. La sua formula chimica NaOH.

È molto solubile in acqua (oltre 1 kg per litro a 20C), la sua dissoluzione è accompagnata da un consistente sviluppo di calore. Va conservata in recipienti sigillati dato che tende ad assorbire l'umidità e perché reagisce facilmente con l'anidride carbonica dell'aria deteriorandosi.

In commercio è facilmente recuperabile sia in forma liquida (tipicamente per sgorgare gli scarichi) che sotto forma di cristalli biancastri.

Per produrre il sapone in casa è necessario procurarsi la soda caustica sotto forma di cristalli, dato che in questo caso è possibile dosarla in maniera accurata.

La soda caustica, come il nome può far intuire, va maneggiata con cautela, si veda la pagina con le norme di sicurezza; tuttavia è necessaria per la produzione di sapone: no soda, no soap.

Liquidi

Prima di far agire la soda questa va sciolta in acqua o in altri liquidi:

Acqua

È il liquido piú utilizzato sopratutto in quanto non contiene sostanze che possano interagire con la soda caustica. È preferibile l'utilizzo di acqua distillata, ma in realtà è quasi sempre utilizzabile l'acqua del rubinetto.

Altri liquidi: succhi, infusi, latte etc.

Possono essere utilizzati per dare al sapone proprietà particolari. Tuttavia va sempre considerato che possono interferire con la soda caustica e quindi fidatevi solo di ricette già testate.

Questa pagina è stata visitata 108436 volte.

GNU FDL logo google pagerank Valid HTML 4.01 Transitional

Siti amici

Numismatica     Associazione Numismatica     Hosting gratuito     psicologia     rasoi e lamette